La Cina modifica l’aliquota dei dazi sulle importazioni di effetti personali e di prodotti e-commerce

CINA

Il Ministero delle Finanze cinese ha da poco introdotto alcune importanti modifiche sulle aliquote daziarie applicate dalle autorità doganali sugli effetti personali e sulle Importazioni Transfrontaliere via Internet (B2C).

Di seguito troverete informazioni più precise sulle nuove normative e le aliquote per le categorie di importazioni succitate:

Effetti personali

Quali sono i prodotti che rientrano in questa categoria?
Sono considerate spedizioni di effetti personali quelle il cui valore è inferiore a 1.000 RMB o che contengono solo un articolo.

Le condizioni attuali in base alle quali queste merci vengono classificate come tali e le corrispondenti procedure necessarie per dichiararle restano immutate. Invece le aliquote daziarie da applicare sono state aumentate come indicato nella tabella che segue:

Categoria Vecchia aliquota Nuova aliquota
Cibo 10% 15%
Bevande non alcoliche 10% 15%
Macchine fotografiche 10% 15%
Capi di abbigliamento 10% 30%
Calzature 10% 30%
Borse 10% 30%
Lenti per macchine fotografiche 10% 30%
Orologi 20% 30%
Attrezzatura da golf 30% 60%
Orologi di lusso 30% 60%
Sigarette e tabacco 50% 60%
Bevande alcoliche 50% 60%
Cosmetici 50% 60%

 

Transazioni e-commerce

Per chi acquista in Cina prodotti su un sito internet registrato in tale paese, lo sdoganamento seguirà le procedure EDI esistenti (Electronic Data Interchange).

Tali spedizioni, al loro ingresso in Cina, si troveranno in una di queste 3 condizioni:

  • Il loro valore è inferiore a 1.000 RMB;
  • Il loro valore è inferiore a 800 RMB se provengono da Hong-Kong, Taiwan o Macao;
  • oppure contengono un solo articolo se i valori summenzionati sono superati.

Tali condizioni sono state modificate come segue per le importazioni Continue reading

FedEx contribuisce alla crescita delle vostre esportazioni di vino

vino f

Aziende vinicole, negozianti, distributori e tutti coloro che operano nel settore vitivinicolo in Italia devono far fronte a una concorrenza agguerrita. Nonostante l’Italia sia leader a livello mondiale in termini di volume di esportazioni di vino, i suoi concorrenti storici, Francia e Spagna, sono sempre in agguato per quote di mercato. Inoltre, sul mercato mondiale del vino si affacciano altri concorrenti molto competitivi provenienti da Cile, Argentina, Australia e altri paesi.

Stati Uniti, Germania e Regno Unito restano i mercati esteri di riferimento per le aziende vitivinicole italiane. Tuttavia, le importazioni di vino italiano Continue reading

Centro spedizioni espresse